Apple, ricavi in calo del 5% ma il peggio è alle spalle
I ricavi di Apple si sono ridotti nel primo trimestre, il secondo periodo fiscale per il gruppo di Cupertino. In calo anche le vendite di iPhone. La frenata c’è stata, insomma, ma non troppo forte. I ricavi si sono attestati a 58 miliardi di dollari, con un calo del 5% rispetto all’analogo periodo di un anno fa. Il fatturato dei servizi, tuttavia, ha raggiunto un nuovo massimo storico di 11,5 miliardi di dollari. È importante per ammortizzare il bilancio e poi rilanciarlo in futuro.
L’Azienda ha registrato un fatturato trimestrale di 58 miliardi di dollari, con un calo del 5% rispetto al trimestre dello scorso anno, e un utile trimestrale per azione diluita di 2,46 dollari, in calo del 10%. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 61% del fatturato del trimestre.
“I nostri risultati del trimestre di marzo”, dice l’amministratore delegato Tim Cook in un comunicato, “mostrano la continua forza della nostra base installata di oltre 1,4 miliardi di dispositivi attivi avendo stabilito il record di sempre per i servizi, e mostrano anche il forte slancio della nostra categoria Wearables, Home e Accessori, che ha stabilito un nuovo record per il trimestre di marzo”.
“Abbiamo realizzato la nostra più forte crescita iPad in sei anni e siamo più che mai entusiasti della nostra pipeline di hardware, software e servizi innovativi”. Non vediamo l’ora di condividere maggiori dettagli con gli sviluppatori e i clienti alla 30ª Conferenza mondiale degli sviluppatori di Apple, che si tiene ogni anno a giugno”.
“Abbiamo generato un flusso di cassa operativo di 11,2 miliardi di dollari nel trimestre di marzo e abbiamo continuato a fare investimenti significativi in tutte le aree del nostro business”, ha dichiarato Luca Maestri, CFO di Apple. “Abbiamo inoltre restituito agli azionisti oltre 27 miliardi di dollari attraverso riacquisti di azioni e dividendi. Data la nostra fiducia nel futuro di Apple e il valore che vediamo nelle nostre azioni, il nostro Consiglio di Amministrazione ha autorizzato ulteriori 75 miliardi di dollari per il riacquisto di azioni. Stiamo anche aumentando il nostro dividendo trimestrale per la settima volta in meno di sette anni”.
In linea con l’aumento approvato, il consiglio di amministrazione di Apple ha dichiarato un dividendo cash di 0,77 dollari per azione delle azioni ordinarie dell’azienda, con un aumento del 5%. Il dividendo è pagabile il 16 maggio 2019 agli azionisti che risultano registrati alla chiusura delle attività il 13 maggio 2019. Il management team e il Consiglio di amministrazione continueranno a rivedere regolarmente ogni elemento del programma di ritorno del capitale e prevedono di fornire un aggiornamento del programma su base annuale.
Per quanto riguarda la guidance per il terzo trimestre del proprio anno fiscale 2019, il fatturato è visto fra i 52.5 miliardi di dollari e 54.5 miliardi di dollari. Il margine lordo dovrebbe attestarsi tra il 37 percento e il 38 percento, mentre le spese operative fra gli 8.7 miliardi di dollari e gli 8.8 miliardi di dollari.
aliquota fiscale di circa 16.5 percent
L’articolo Apple, ricavi in calo del 5% ma il peggio è alle spalle sembra essere il primo su Wall Street Italia.

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com