class="post-template-default single single-post postid-21425 single-format-standard wp-custom-logo wp-embed-responsive sek-hide-rc-badge col-3cm boxed topbar-enabled header-desktop-sticky header-mobile-sticky unknown">

Situazione Banche italiane: in ripresa

Le strategie di pulizia dei bilanci e la ripresa dell’economia stanno consentendo alle banche italiane di ridurre il peso dei crediti deteriorati e la vigilanza deve accompagnare questo miglioramento evitando impulsi prociclici.

Lo ha detto il vice Direttore Generale della Banca d’Italia Fabio Panetta intervenendo a Milano all’inaugurazione del Fintech District.

“Grazie alla ripresa congiunturale e agli interventi effettuati, i prestiti deteriorati si stanno riducendo a ritmi che solo pochi mesi fa alcuni ritenevano irraggiungibili”, ha detto Panetta.

“L’attività di vigilanza deve ora proseguire in maniera graduale, evitando impulsi prociclici, accompagnando questo miglioramento e consentendo agli intermediari di tornare a finanziare appieno l’economia italiana”.

Per il vice dg di Bankitalia la sfida per gli istituti italiani resta quella di un recupero di “redditività su livelli soddisfacenti. Si tratta di un compito non facile. Con il ricorso alla tecnologia esse potranno ridurre i costi e migliorare la qualità dei servizi. Al tempo stesso la tecnologia abbatte le tradizionali barriere all’ingresso nei mercati del credito e dei servizi finanziari e comprime i loro margini di profitto”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento