Cessione del quinto per dipendenti MEF

I dipendenti MEF  sono i lavoratori a tempo indeterminato in servizio presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze ed altri Ministeri ed i cui emolumenti vengono corrisposti dalla Ragioneria Territoriale dello Stato.
Nel 2007 il MEF ha siglato con Abi (Associazione Bancaria Italiana) una convenzione volta a garantire a tutte le banche associate l’accesso alla piattaforma online del MEF.
Ciò consente agli istituti di credito di verificare rapidamente i dati stipendiali e rendere l’erogazione dei finanziamenti particolarmente veloce.
Anche i dipendenti MEF, come altre categorie pubbliche e statali, hanno la possibilità di richiedere la cessione del quinto: si tratta di un prestito le cui rate vengono trattenute mensilmente in busta paga. Tali importi non possono superare il quinto dello stipendio e, in questo caso specifico, hanno dei tassi agevolati.

Dipendenti MEF e cessione del quinto

Grazie agli accordi in convenzione tra il MEF e gli istituti di credito, la cessione del quinto per i dipendenti di questa categoria è particolarmente veloce e vantaggiosa.
La cessione del quinto permette un’attenta pianificazione del budget familiare grazie alla rata costante nel tempo e non presenta particolari restrizioni.
Per i dipendenti MEF è possibile inoltre beneficiare di tassi agevolati legati alla specifica convenzione.

Prestiti per dipendenti MEF: chi può richiederli

Come nei casi relativi ad altre tipologie di lavoratori, i prestiti con cessione del quinto vengono erogati soltanto nel rispetto di alcune caratteristiche:

  • Età minima 18 anni
  • Residenza in Italia
  • Assunzione a tempo indeterminato presso MEF

I documenti necessari

  • Un documento d’identità valido
  • Il codice fiscale
  • L’ultima busta paga
  • La Certificazione Unica (ex CUD)

Le garanzie richieste

La cessione del quinto non richiede particolari garanzie patrimoniali o personali, in quanto lo stipendio funge da garanzia principale.
Si tratta dunque di una soluzione molto vantaggiosa anche per chi non ha alle spalle una storia creditizia impeccabile. Gli istituti di credito effettuano controlli preventivi, ma nel caso della cessione del quinto l’erogazione è più semplice.

Contratto di cessione del quinto per dipendenti MEF

I dipendenti possono richiedere un prestito con cessione del quinto rivolgendosi a banche e finanziarie che erogano questo servizio.
I contratti hanno una struttura standard, con una richiesta di informazioni specifiche:

  • il tasso di interesse praticato;
  • ogni altro prezzo e condizione applicati, inclusi i maggiori oneri in caso di mora;
  • l’ammontare e le modalità del finanziamento;
  • il numero, gli importi e la scadenza delle singole rate;
  • il tasso annuo effettivo globale (TAEG);

I prestiti, secondo quanto previsto dalla normativa, possono essere estinti in anticipo ma a seconda dei contratti, è prevista una penale, che di norma non supera l’1%.

Solitamente, nel caso di un finanziamento con cessione del quinto, lo stipendio rappresenta la principale garanzia ma spesso gli istituti di credito procedono anche alla verifica dell’affidabilità creditizia e la solvibilità del cliente.

[button unique_id=”6407052c6958edd410c81f98f2611aab” style=”{‹²›selected‹²›:‹²›fw-btn-1‹²›,‹²›fw-btn-1‹²›:{‹²›border_radius‹²›:‹²›0‹²›},‹²›fw-btn-2‹²›:{‹²›border_radius‹²›:‹²›0‹²›,‹²›border_size‹²›:‹²›1‹²›},‹²›fw-btn-3‹²›:{‹²›border_size‹²›:‹²›1‹²›}}” normal_color=”{‹²›id‹²›:‹²›color_2‹²›,‹²›color‹²›:‹²›‹²›}” hover_color=”{‹²›id‹²›:‹²›color_2‹²›,‹²›color‹²›:‹²›‹²›}” label_advanced_styling=”{‹²›text‹²›:{‹²›google_font‹²›:true,‹²›subset‹²›:‹²›latin-ext‹²›,‹²›variation‹²›:‹²›700‹²›,‹²›family‹²›:‹²›Quattrocento Sans‹²›,‹²›style‹²›:false,‹²›weight‹²›:false,‹²›size‹²›:‹²›14‹²›,‹²›line-height‹²›:‹²›36‹²›,‹²›letter-spacing‹²›:‹²›4‹²›,‹²›color-palette‹²›:{‹²›id‹²›:‹²›fw-custom‹²›,‹²›color‹²›:‹²›#ffffff‹²›},‹²›is_saved‹²›:true},‹²›hover_text_color‹²›:{‹²›color‹²›:‹²›‹²›,‹²›id‹²›:‹²›fw-custom‹²›}}” label=”PREVENTIVO GRATIS E SENZA IMPEGNO” link=”/cessione-del-quinto” target=”_self” open_in_popup=”{‹²›selected‹²›:‹²›no‹²›}” size=”{‹²›selected‹²›:‹²›fw-btn-lg‹²›,‹²›custom‹²›:{‹²›width‹²›:‹²›‹²›,‹²›height‹²›:‹²›‹²›}}” full_width=”{‹²›selected_type‹²›:‹²›fw-btn-full‹²›,‹²›default‹²›:{‹²›btn_alignment‹²›:‹²›fw-btn-side-by-side‹²›}}” icon_type=”{‹²›tab_icon‹²›:‹²›icon-class‹²›,‹²›icon-class‹²›:{‹²›icon_class‹²›:‹²›‹²›},‹²›upload-icon‹²›:{‹²›upload-custom-img‹²›:‹²›‹²›}}” icon_position=”pull-left-icon” icon_size=”12″ animation_group=”{‹²›selected‹²›:‹²›no‹²›,‹²›yes‹²›:{‹²›animation‹²›:{‹²›animation‹²›:‹²›fadeInUp‹²›,‹²›delay‹²›:‹²›200‹²›}}}” responsive=”{‹²›desktop_display‹²›:{‹²›selected‹²›:‹²›yes‹²›},‹²›tablet_landscape_display‹²›:{‹²›selected‹²›:‹²›yes‹²›},‹²›tablet_display‹²›:{‹²›selected‹²›:‹²›yes‹²›},‹²›smartphone_display‹²›:{‹²›selected‹²›:‹²›yes‹²›}}” class=”” __fw_editor_shortcodes_id=”ea241bdba01c43082a4e56b9d88e037c” _array_keys=”{‹²›style‹²›:‹²›style‹²›,‹²›normal_color‹²›:‹²›normal_color‹²›,‹²›hover_color‹²›:‹²›hover_color‹²›,‹²›label_advanced_styling‹²›:‹²›label_advanced_styling‹²›,‹²›open_in_popup‹²›:‹²›open_in_popup‹²›,‹²›size‹²›:‹²›size‹²›,‹²›full_width‹²›:‹²›full_width‹²›,‹²›icon_type‹²›:‹²›icon_type‹²›,‹²›animation_group‹²›:‹²›animation_group‹²›,‹²›responsive‹²›:‹²›responsive‹²›}” _fw_coder=”aggressive”][/button]

Potrebbero interessarti anche...