class="post-template-default single single-post postid-24355 single-format-standard wp-custom-logo wp-embed-responsive sek-hide-rc-badge col-3cm boxed topbar-enabled header-desktop-sticky header-mobile-sticky unknown">

Che cos’è il Bonifico SEPA

Il bonifico europeo, detto SEPA (Single Euro Payments Area), è uno strumento con cui puoi trasferire una somma di denaro di norma da un conto corrente a un altro. Il bonifico presuppone, quindi, l’esistenza di un conto di destinazione.

Come funziona il bonifico SEPA

Per effettuare un bonifico è necessario fornire il codice IBAN (International Bank Account Number) del beneficiario, che identifica in modo univoco il suo conto di pagamento. Il trasferimento avviene di norma entro un giorno lavorativo dalla data di ricezione dell’ordine di bonifico da parte della banca o dell’istituto di pagamento.

Ogni banca può stabilire un orario limite entro il quale è possibile ricevere gli ordini di bonifico; dopo tale orario, l’ordine si intende ricevuto il giorno successivo.

Il bonifico può essere gratuito, ma spesso è soggetto al pagamento di una commissione a carico dell’ordinante, il cui ammontare può variare a seconda della tipologia, dell’urgenza, dell’importo, della valuta, della nazione del destinatario e del canale utilizzato (sportello, canale telematico, corrispondenza ordinaria ecc.).

È importante sapere che sui bonifici diretti verso i Paesi Europei le banche sono tenute ad applicare gli stessi costi previsti in Italia. I costi variano sui bonifici diretti fuori dall’area dei Paesi Europei.

Nel caso di compravendite di beni di valore rilevante, per tutelarsi può essere utile ricorrere a un bonifico irrevocabile, che non può essere annullato né ritirato dopo la firma.

Prima di effettuare un bonifico, è necessario prestare attenzione ad alcune cose:

  • Se indichi un IBAN errato, il denaro può essere trasferito su un conto sbagliato oppure il trasferimento può non essere eseguito se l’IBAN non esiste. Nel caso di accredito su un conto sbagliato, la banca, benché tenuta a fare tutto il possibile per recuperare i fondi erroneamente accreditati, non è considerata responsabile e, quindi, la responsabilità ricade su di te.
  • Se effettui il bonifico oltre i termini per l’invio al beneficiario, le eventuali responsabilità per mancato rispetto dei termini sono a tuo carico, non della banca.
  • Se devi effettuare un bonifico in valuta, presta attenzione al cambio e alle commissioni applicate.
  • In caso tu sia il destinatario di un bonifico, controlla che la somma sia effettivamente accreditata sul conto: la ricevuta non attesta l’avvenuto trasferimento, in quanto il bonifico può essere revocato o annullato, una volta effettuato

Che dati servono per fare un bonifico?

Accertati di avere i dati esatti e di inserirli correttamente.

Verifica le scadenze dei tuoi pagamenti, e i tempi di esecuzione del bonifico indicati nel contratto per assicurarti che le somme inviate vengano ricevute nei termini previsti.

Accertati che i fondi inviati col bonifico siano stati ricevuti prima di effettuare nuovi pagamenti.

Valuta i costi dei bonifici a seconda delle diverse modalità di esecuzione, delle tue esigenze e delle tue abitudini.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento