Social lending, il prestito tra privati: che cos’è e come funziona

Il social lending è una delle forme di prestito finanziario tra privati alternative alla banca. Vediamo come funziona in questo articolo del Blog Finanziario MPA.

In Italia il termine social lending si traduce come prestito tra privati (n.d.r Tiscali Finanza). A mediare il social lending è una piattaforma sul web. Con costi fissi più contenuti di quelli dei comuni prestiti o cessioni del quinto.

Quali sono i tassi offerti dal social lending?

Le società che operano nel social lending tendono a offrire tassi di interesse più generosi, per raccogliere più denaro.

Esempi reali di prestiti tra privati

Grazie alla forza del prestito tra privati, in Francia nel 2017 circa 1,6 milioni di euro dovuti al social lending hanno fatto decollare i primi voli verso il Camerun della Regourd Aviation, compagnia aerea che serve i Paesi francofoni dell’Africa.

Sempre per merito dei prestiti tra privati che il gruppo Slb, che gestisce foreste in Europa e in Brasile, ha ottenuto 1,5 milioni per avviare la produzione di biochar, un carbone vegetale che si ottiene dagli scarti e aiuta, tra le altre cose, i terreni a trattenere più acqua.

Anche un ristorante vicino a Tolone, Les Pins Penché, ha ottenuto 450mila euro per rinnovare gli arredi e le cucine con il social lending. In questo caso la piattaforma di social lending è stata Lendix, piattaforma per prestiti tra privati nata nel 2014 in Francia e approdata da gennaio 2017 anche in Italia.

Prestito tra privati e pmi

L’obiettivo della Lendix è finanziare le piccole e medie imprese.

Dal 2014 Lendix ha prestato alle imprese francesi oltre 57,4 milioni di euro e ha restituito agli investitori 9,4 milioni.

Lendix è aperto alla raccolta di denaro per le pmi sia da privati sia da realtà istituzionali. Etichetta che riunisce fondi di investimento, private banker, family office e affini. Questi ultimi finora hanno fornito l’80% dei soldi prestati da Lendix.

Il restante 20% è stato diviso tra 17mila investitori privati, che possono allocare fino a duemila euro per singolo progetto e un massimo di 10mila euro all’anno. In media hanno prestato 150 euro a testa. I tassi di interesse vanno dal 4% al 9,90% a seconda del profilo di rischio dell’investimento. Le imprese possono chiedere da 30mila a due milioni di prestito, con un tasso fisso da restituire da 3 mesi a sette anni.

In quanto tempo ottengo un prestito su una piattaforma di social lending?

Lendix, offre prestiti entro 48 ore e in cinque giorni eroga la somma richiesta. La società ha accesso alla centrale rischi della Banca d’Italia, per verificare se la richiesta arrivi da un cattivo pagatore.

Prestito tra privati in Italia

Altre piattaforme di prestito tra privati o social lending, presenti in Italia sono: SmartikaPrestiamociSoisy e Blender. Sono tutte piattaforme di prestito tra privati rivolte per lo più ai al consumo, mentre nel campo delle imprese Lendix farà concorrenza al Borsadelcredito.it.

La maggior concorrente per Lendix, resta la Younited Credit, una società anche lei francese che ha aperto una filiale in Italia.

Potrebbero interessarti anche...