Dalio (Bridgewater) vede recessione Usa nel 2020, rischio shock globale

Dalio (Bridgewater) vede recessione Usa nel 2020, rischio shock globale
Ray Dalio, numero uno di Bridgewater Associates, il più grande hedge fund al mondo, quello che all’inizio dell’anno scorso aveva triplicato le sue scommesse contro banche e gruppi assicurativi italiani in vista delle elezioni politiche del 4 marzo, vede “rischi significativi” di una possibile recessione negli Stati Uniti nel 2020.
“La cosa che mi preoccupa di più è la prossima frenata dell’economia” ha detto intervistato dalla Cnbc a Davos, la località svizzera dove si svolge il World Economic Outlook, aggiungendo che che sarà tutto il mondo a rallentare, non solo gli Usa. “A definire il 2019 e il 2010 saranno l’incapacità delle banche centrali di allentare più di tanto la loro politica monetaria e il fatto che ci troviamo alla fine del ciclo economico”.
Secondo lui, la Federal Reserve non dovrebbe alzare i tassi; lo scorso dicembre, quando annunciò la quarta stretta del 2018, la banca centrale aveva ridotto a due da tre il numero delle strette previste nel 2019 deludendo i mercati che avevano messo in conto a malapena un aumento del costo del denaro per l’anno in corso. In seguito, il governatore Jerome Powell ha infine rassicurato i mercati promettendo “pazienza”. “Se la Fed alzerà i tassi più rapidamente del previsto, avremo un altro problema”, ha aggiunto Dalio.
L’articolo Dalio (Bridgewater) vede recessione Usa nel 2020, rischio shock globale sembra essere il primo su Wall Street Italia.

Potrebbero interessarti anche...