Che cos’è il mutuo a tasso misto e come funziona? Il Piano Mutuo Tasso Misto è simile al Piano Mutuo Tasso Bilanciato ma non uguale.
Infatti mentre il Piano Mutuo Tasso Bilanciato ha la componente fissa e varibile per tutta la durata del mutuo, il tasso misto ha o l’una o l’altra ma per una durata limitata dove poi si sceglie se continuare con il tasso fisso o passare a quello variabile.

Generalmente succede che per i primi 3 o 5 anni si applica il tasso fisso, poi alla scadenza si sceglie se continuare con fisso o passare a variabile e questa possibilità di modifica si ripete di norma ogni tre o cinque anni.

Ma quale mutuo conviene tra il tasso fisso e quello bilanciato?
Dipende sempre dal periodo storico in corso, da come sono i mercati, i tassi ma diciamo che rivolgendoci al piccolo risparmiatore di tasso bilanciato risulta più complesso da seguire e leggermente meno performante dal misto.

Accendendo un mutuo nel 2016 consigliamo un misto se ci permettono di partire con un tasso variaible, altrimenti un bilanciato per poi surrogare tra 18, 24 o 36 mesi per un piano mutuo più performante. Ricordate che grazie al Testo del Decreto Bersani sulla surroga, è possibile cambiare mutuo 1 volta all’anno senza avere costi.

Categorie: Mutuo

Lascia un commento

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com