Educazione finanziaria a scuola

Educazione finanziaria a scuola nel 2018 è promossa da American Express. Grazie al progetto formativo promosso da Am.Ex. e Fondazione Feduf nelle scuole italiane è partita l’educazione finanziaria per i millenials.

L’educazione finanziaria è un tema principale qui nel Blog Finanziario MPA, un tema sentito in tutto il mondo e che finalmente anche in Italia sta prendendo consapevolezza. Anche tra i giovanissimi.

American Express promuove l’educazione finanziaria a scuola  dei Millenials: uno studio DOXA evidenzia il ruolo fondamentale ricoperto dalle famiglie nell’ attitudine dei ragazzi al risparmio e, la grande potenzialità delle scuole, quale canale privilegiato di divulgazione economico – finanziaria.

Secondo il rapporto Consob 2017 relativo alle scelte di investimento delle famiglie italiane, il livello di alfabetizzazione finanziaria nel nostro Paese è ancora troppo basso rispetto alla media europea, posizionando l’Italia all’ultimo posto tra le economie del G7.

Va meglio invece per i figli del bel paese, che risultano in media più preparati rispetto ai loro genitori. Ed è proprio in questo contesto che il ruolo della scuola, nella divulgazione dei concetti economico – finanziari di base, sara’ cruciale per migliorare l’educazione finanziaria a scuola delle future generazioni nel nostro Paese.

Pagamenti digitali, denaro dematerializzato, Millennials e cultura finanziaria: questi i temi al centro dello studio DOXA ” L’educazione al valore del denaro nella Generazione Z”, promosso da American Express e dalla Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio (Feduf) che, a partire da un campione di oltre 500 ragazzi tra i 12 e i 18 anni, fotografa una generazione ipertecnologica ma, allo stesso tempo, ancora legatissima alle vecchie banconote. Giovani risparmiatori? Certamente anche se, al conto corrente la maggior parte di loro preferisce il più ‘materiale’ salvadanaio: solo il 35% di loro, infatti, è titolare di un conto, un livello ben inferiore al 56% della media Ocse.

Sulla base dei dati DOXA, la maggior parte dei ragazzi ha del denaro a disposizione (87% del totale), principalmente proveniente dai regali in occasioni del compleanno o delle festività (74%), in cambio di buoni risultati scolastici (51%) oppure, piu’ in generale, se si comportano bene (33%). Circa la metà di loro (47%) ha invece una paghetta fissa mentre, il denaro come ricompensa per un lavoro, è un concetto tramesso all’incirca solo al 50% degli adolescenti intervistati. E quando si tratta di acquisti online (solo un 1 millennial su 3 del campione li preferisce ai negozi fisici), emergono ancora numerosi dubbi sul tema della sicurezza dei pagamenti digitali: ” Dalle domande volte ad indagare percezione, atteggiamento e fiducia nelle banconote e nelle carte, emerge come in Italia non siano infrequenti aspetti meno razionali e pregiudizi nell’utilizzo delle carte di credito, presenti nei genitori e di conseguenza nei figli “.

Nell’educazione finanziaria delle giovani generazioni prevale un approccio pratico e un’educazione cosiddetta “all’occorrenza”, che proviene perlopiù dal dialogo con i genitori in caso di specifiche circostanze di acquisto (68%). Temi come il risparmio (31%), l’educazione agli acquisti online (30%) o la comprensione delle carte di credito (20%), sono affrontati da percentuali più ridotte del campione. L’esempio e il proprio comportamento rimangono,secondo i dati, il miglior criterio proposto dai genitori per alimentare l’educazione finanziaria (47%). In occasione della Digital Week a Milano, alcuni studenti delle scuole superiori hanno partecipato ad uno degli incontri formativi sull’educazione finanziaria a scuola, promossi da American Express e coordinati da Feduf (Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio), per confrontarsi sui temi del denaro e della tecnologia.

Educazione finanziaria a scuola e i pagamenti digitali

American Express promuove l’educazione finanziaria a scuola: il valore della cultura finanziaria per il Paese e i progetti per le scuole, in collaborazione con la Fondazione per l’Educazione Finanziaria e il Risparmio (Feduf)

La fiducia del consumatore verso il sistema finanziario e bancario si costruisce rendendolo piu’ consapevole dei propri comportamenti e degli strumenti a sua disposizione: questo è l’approccio con il quale American Express promuove l’educazione finanziaria, intesa come una disciplina trasversale a supporto di un’economia sempre più sostenibile e meritocratica, e quindi a beneficio di competitività e stabilità del Paese. Con questi obiettivi e in un’ottica di medio-lungo termine, American Express ha deciso di promuovere progetti e incontri formativi di cultura finanziaria nelle scuole. Nel 2018 e per il secondo anno consecutivo, American Express ha siglato una partnership con Feduf (Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio) per diffondere l’educazione finanziaria nelle scuole superiori. La collaborazione è iniziata nel novembre 2016 con lo studio “L’educazione al valore del denaro nella Generazione Z”, presentato nel corso del Salone dei Pagamenti e al quale è seguita, nel 2017, l’iniziativa Young Way to Pay, sempre assieme a Feduf. Tra i temi trattati durante gli incontri con gli studenti: moneta e pagamenti elettronici, sistemi di pagamento, app, ecommerce e il tema centrale della sicurezza. Nel 2018, oltre agli appuntamenti della Digital Week a Milano, sono già in programma numerosi incontri con gli studenti in tutta Italia.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento