Edwards (SocGen): “in confronto Corbyn sarà visto come un moderato”
Quando la prossima crisi scoppierà, un leader politico dalle idee considerate ‘radicali’ come Jeremy Corbyn sarà visto come moderato in confronto agli altri capi di Stato.
È uno degli avvertimenti lanciati dallo strategist ribassista di Société Générale Albert Edwards, secondo cui le economie e i mercati globali non sono pronti all’ondata populista cui assisteremo in seguito alla prossima frenata dell’attività economica.
Intervenuto durante la conferenza annuale della banca francese, che è stata descritta da alcuni come la “Woodstock degli orsi“, per la presenza di analisti notoriamente ribassisti, Edwards ha spiegato che la prossima fase di contrazione dell’economia manifestarsi a fine anno.
Davanti a una platea di circa 400 investitori riuniti alla conferenza annuale di Londra di questa settimana, Edwards ha anche a un certo punto dispensato un certo ottimista: “lavoro per una banca francese, perciò vi assicuro che sarete fuori di qua entro le cinque del pomeriggio”. La battuta è stata l’unico annuncio positivo dell’appuntamento.
Anche il suo collega Andrew Lapthorne e il moderatore Gerard Minack (ex di Morgan Stanley) hanno fatto pronostici pessimisti. Edwards ammette che spesso sbaglia pronostici, ma – osserva L’Economist – “il suo talento per immaginare il peggio è prezioso“.
“Quando finisco per avere ragione, allora sono guai seri”, dice Edwards, che è in grado di dare forma alle angosce più recondite degli investitori e operatori di mercato.
Come proteggersi in caso di crisi
Per proteggersi nel contesto negativo descritto dallo strategist il consiglio è favorire l’accumulo di posizioni cash o in oro. Edwards è convinto che i rendimenti dei Treasuries piomberanno sotto lo zero durante la prossima fase di recessione, osia di contrazione dell’economia per almeno due trimestri consecutivi.
Questo significa che i bond offriranno una forma di cuscinetto protettivo nel breve termine. Allo stesso tempo è innegabile che subiranno una “resa dei conti dolorosa” se le autorità statunitensi riusciranno alla fine a creare inflazione.
Lapthorne da parte sua ritiene che come mercato azionario, il Giappone è il miglior investimento possibile, visto che nei listini nipponici sono quotate aziende redditizie che hanno ridotto i loro debiti e che scambiano a prezzi vantaggiosi.
L’articolo Edwards (SocGen): “in confronto Corbyn sarà visto come un moderato” sembra essere il primo su Wall Street Italia.

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com