Maxi multa Unicredit dagli Usa per caso Iran, pagherà ,3 miliardi
Si fa più salato il conto che Unicredit dovrà pagare alle Autorità Usa per aver infranto per aver effettuato transazioni con l’Iran dal 2002 al 2012, paese sottoposto a sanzioni. In base all’accordo raggiunto ieri, l’istituto di credito italiano e le due filiali tedesche e austriache si sono impegnate a corrispondere una somma complessiva pari a circa 1,3 miliardi di dollari a titolo di sanzione pecuniaria e ad implementare alcune policies e procedure correttive. Una cifra decisamente più alta rispetto alla cifra di 800 milioni in circolazione nei giorni scorsi.
“Le somme dovute da ciascuna delle banche – sottolinea un comunicato dell’istituto – sono interamente coperte dagli accantonamenti stanziati e, conseguentemente, l’ammontare oggetto dell’accordo transattivo finale porterà ad una liberazione delle risorse accantonate nel primo trimestre del 2019 a livello di gruppo, con un impatto positivo sul conto economico, al netto delle tasse, pari a circa 300 milioni e avrà un’ulteriore impatto positivo sul ratio CET1 di gruppo pari a circa +8,5 bps, in coerenza con quanto la banca ha comunicato in occasione della presentazione dei risultati relativi al terzo trimestre 2018 e al quarto trimestre 2018″.
Unicredit – sottolinea ancora il comunicato – collaborano da numerosi anni alle indagini condotte dalle autorità statunitensi e dello Stato di New York, anche condividendo i risultati di ampie indagini svolte internamente, e rimangono impegnate al fine di garantire una collaborazione continuativa e a livello globale con le autorità competenti”.
L’articolo Maxi multa Unicredit dagli Usa per caso Iran, pagherà $1,3 miliardi sembra essere il primo su Wall Street Italia.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com