Mercati consapevoli che da guerra dazi nessuno esce vincitore
L’escalation della guerra commerciale e le persistenti incertezze sulla Brexit stanno mettendo sotto pressione i mercati azionari questa settimana. Oggi le Borse rimbalzano e i prezzi dei Bond maggiormente considerati beni rifugio sono calati. La Casa Bianca ha annunciato che la Cina vuole un accordo commerciale e questo ha aiutato a rendere il clima un po’ più sereno.
Anche le misure di sostegno delle banche centrali hanno contribuito a evitare spargimenti di sangue in Borsa nelle ultime sedute. Tuttavia la prova di tutti e tre gli indici di Wall Street è in netto calo in settimana. Maggio è iniziato nel peggiore dei modi: la prova fino alla chiusura di ieri negli Stati Uniti era la più debole da dicembre. In Italia intanto sui titoli di Statoo pesa la paura di una nuova sfida sui conti pubblici tra Ue e governo con lo Spread che si è allargato ai massimi di due settimane.
Il tutto mentre la volatilità è tornata con prepotenza sui mercati. Quella sull’indice S&P 500 ha fatto un bel balzo con i trader che temono che i nuovi dazi degli Stati Uniti mineranno la fiducia delle aziende, che stanno riportando i conti fiscali del primo trimestre. Il ripiegamento delle Borse potrebbe anche creare un’opportunità di guadagno interessante, aprendo una finestra di ingresso su prezzi più modesti rispetto ai massimi raggiunti di recente.

L’articolo Mercati consapevoli che da guerra dazi nessuno esce vincitore sembra essere il primo su Wall Street Italia.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com