Mutui per lavoratori con contratti atipici

In tempi di crisi, anche le regole sui mutui cambiano e oggi è permesso accendere un mutuo anche ai cosiddetti lavoratori atipici. I “Mutui per lavoratori con contratti atipici” sono spesso per i giovani che non superano i 35 anni di età.

Molte banche oggi hanno Mutui per lavoratori con contratti atipici, ma sono finanziamenti quasi al limite dell’usura.

“Possibilità di scegliere rate leggere di soli interessi per un periodo a tua scelta fino a 10 anni, finanziamento fino al 100% del valore dell’immobile, durata fino a 40 anni. Mutuo richiedibile anche da chi lavora con contratti atipici e con contratti a tutele crescenti”

Questo è lo slogan di una nota banca italiana che si rivolge ai giovani under 35 per l’accensione di mutui dai tassi elevati.

La possibilità di scegliere rate leggere di soli interessi per dieci anni risulta, almeno per quanto ne so io, una novità nel panorama nazionale dei mutui, mentre al contrario è assai diffusa in Nord Europa. E infatti la prima cosa che mi viene in mente è la Danimarca.

Il succo è semplice: per un certo numero di anni, fino a dieci nell’offerta dell nostra banca, il sottoscrittore del mutuo paga solo gli interessi sul capitale, ossia il cosiddetto pre-ammortamento.

Quindi la sua rata è ragionevolmente bassa. Poi da un certo momento in poi alla quota interessi della rata si aggiunge anche la quota capitale, ossia l’ammortamento vero e proprio del mutuo, il che può condurre a un aumento sostanzioso dell’impegno per il sottoscrittore.

La logica sottesa è che i giovani miglioreranno nel tempo la loro situazione economica e potranno pagare il mutuo. Giusta in teoria, ma ballerina in pratica.

E non tanto perché solo un giovane molto ottimista, nel nostro paese, scommetterebbe sui miglioramenti della sua condizione reddituale nel medio periodo.

Ma anche perché pure in paesi dove il mercato del lavoro funziona assai meglio del nostro, e l’andamento del reddito di conseguenza, questi mutui hanno contribuito a generare gravi problemi di stabilità finanziaria oltre che far crescere notevolmente l’indebitamento delle famiglie.

Per un under 35 sprovvisto di capitale è già uno sforzo notevole impegnarsi per un mutuo che potrebbe durare fino a 40 anni. Figuratevi poi scoprire, magari dopo un decennio, che non può più permettersi di pagarlo.

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento