Andare in vacanza e prendersi delle ferie per gli italiani significa spesso accedere a dei prestiti.

Se ho bisogno di un prestito per andare in vacanze e godermi le meritate ferie, tanto vale scegliere un finanziamento con una rata piccola e con pochi anni di rate da versare.

Qui su MPA siamo soliti a dare consigli e promuovere prestiti e finanziamenti. La scelta finale spetta a voi, ma ricordate sempre: “I preventivi sono gratuiti e tanto vale cercare la soluzione migliore che deve essere quella che ci fa pagare meno tassi. Quindi rata piccola e periodo breve.”

Accumulare un debito per andare in vacanza. Nel 2017 lo hanno fatto in 110mila: tante sono state le domande di prestito personale che hanno censito i maggiori portali di comparazione prestiti. Secondo l’analisi dei due siti, la media della cifra che si chiede in prestito è di 4140 euro da rimborsare in tre anni. Significa rate di circa 115 euro al mese. Nel primo trimestre del 2018 l’importo richiesto è salito del 15,6%, raggiungendo quota 4.787 euro.

Ad essere aumentata è soprattutto la percentuale di richieste presentate dagli under 30, più che raddoppiata nel corso di un anno. Nel 2016 il 15,4% delle domande di prestito personale per la finalità “viaggi e vacanze” faceva capo a un giovane con meno di 30 anni, mentre nel 2017 la percentuale è salita al 32,8%”, secondo una nota diffusa dai due portali.

Visto che “per chiedere ed ottenere un prestito da una società del credito è fondamentale poter contare su una posizione lavorativa stabile o, in alternativa, su un garante”, il fatto che siano cresciute le richieste dagli under 30 è segno di “un generale miglioramento delle condizioni lavorative dei giovani”.

Le altre fasce che più richiedono prestiti per le vacanze sono persone con un’età compresa tra i 30 e i 39 anni (28,6%) e tra i 40 e 49 anni (22,7%). A presentare domanda è stato nel 75% dei casi un uomo. Lo stipendio medio dichiarato in fase di richiesta è di 1.518 euro. Il 77% di chi si rivolge agli istituti di credito è un dipendente privato a tempo indeterminato, il 12% un lavoratore autonomo o libero professionista.

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com