Raccolta ancora debole per Anima da inizio anno
La raccolta netta del gruppo Anima rimane debole anche nel mese di aprile. Secondo i dati diffusi dalla società del risparmio gestito i flussi netti (escluse le deleghe assicurative di Ramo I) sono stati negativi per 220 milioni di euro, dato che segue i -151 milioni di euro registrati in marzo. Da inizio anno il bilancio segna una riduzione di 212 milioni di euro.
Ammette Marco Carreri, amministratore delegato di Anima Holding:
““La raccolta rimane al momento debole, con la clientela retail ancora molto cauta nelle proprie scelte di investimento nonostante le ottime performances dei prodotti nei primi mesi del 2019. Confidiamo comunque che, persistendo le favorevoli condizioni dei mercati finanziari, vedremo un miglioramento dei flussi sia sul segmento retail che su quello istituzionale con particolare riferimento alla componente assicurativa”.
Per quanto riguarda le Gestioni individuali di Ramo I assicurativo, la raccolta del mese di aprile è stata negativa per circa 68 milioni di euro, per un totale da inizio anno negativo per circa 163 milioni di euro.
A fine aprile le masse gestite complessive da Anima ammontano a oltre 178 miliardi di euro, grazie anche ad una performance ponderata netta positiva dei fondi comuni da inizio anno del +5,2%.
 
 
L’articolo Raccolta ancora debole per Anima da inizio anno sembra essere il primo su Wall Street Italia.

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com