class="post-template-default single single-post postid-23062 single-format-standard wp-custom-logo wp-embed-responsive sek-hide-rc-badge col-3cm boxed topbar-enabled header-desktop-sticky header-mobile-sticky unknown">

Salone Risparmio: Investire in Bond

Al Salone Risparmio si parla tanto che il 2018 sarà un anno caratterizzato dal ritorno prepotente della volatilità, che porterà a una “dispersione dei rendimenti”: ancora più importante allora, in ottica di consulenza finanziaria, diventa “affidarsi alla gestione attiva per individuare il mercato buono” ed evitare di andare a puntare sul mercato nel suo insieme.

Ma quando le cose diventano più difficili, non conviene più cavalcare il mercato come consente di fare la gestione passiva.

Investire in bond: La ricetta del Salone Risparmio 2018

Bisogna stare attenti soprattutto al mercato obbligazionario, un campo che interessa particolarmente agli investitori italiani. Il processo di normalizzazione delle politiche monetarie porterà a una inversione di tendenza dei Bond. Allo stesso tempo è anche vero che in giro per il mondo non è così: per 34 rialzi dei tassi, ci sono stati anche 82 tagli dei tassi nel mondo.

“Il pericolo di investire nei bond governativi a lunga durata negli Stati Uniti e in Europa” c’è, ma il segreto è ampliare il raggio geografico di investimenti, andando per esempio a guardare ai mercati emergenti. Anche guardando i corporate, si trovano opportunità di profitto.

Ci sono spread bassi e quindi poco spazio per guadagnare, ma al contempo vuol anche dire che “i mercati sono buoni”.

Potrebbero interessarti anche...