class="post-template-default single single-post postid-52743 single-format-standard wp-custom-logo wp-embed-responsive sek-hide-rc-badge col-3cm boxed topbar-enabled header-desktop-sticky header-mobile-sticky unknown">

Usa: lavoro molto meglio del previsto, salari fermi

Usa: lavoro molto meglio del previsto, salari fermi
Arriva un’altra sorpresa positiva per Donald Trump dal mercato del lavoro. Gli Stati Uniti hanno creato più posti del previsto in aprile, battendo di netto le attese: 263 mila posizioni contro le 190 mila unità anticipate da Wall Street.
I numeri sono decisamente più alti sia di quelli di marzo (+189 mila posti di lavoro, ritoccati al ribasso da +196 mila) sia di febbraio (+56 mila, dati rivisti in meglio di 33 mila unità) e indicano pertanto una bella accelerazione nel secondo trimestre. La cifra è inoltre decisamente della media mensile degli ultimi 12 mesi di oltre 213.000. Negli ultimi tre mesi la media di posti di lavoro creati è dunque di 169.000.
Ormai è da nove anni che non si vedono dati negativi.

Unita nota negativa i salari orari fermi
Anche il tasso di disoccupazione è calato più del previsto attestandosi al 3,6% dal 3,8%. Unica pecca del report governativo, come spesso è avvenuto nei rapporti occupazionali dei mesi del 2018, è quella riguardante i salari orari, che sono cresciuti del 3,2% su base annuale.
Insomma, il mercato occupazionale continua a trovarsi in un contesto paradossale di piena occupazione, con una crescita costante delle posizioni create, ma accompagnato un’inflazione salariale tiepida. Il contesto “Riccioli d’Oro” è evidente: l’aumento mensile dello 0,2% dei salari orari medi è inferiore alle previsioni ed è identico a quello visto in marzo.
A livello settoriale, i risultati migliori sono quelli realizzati nelle costruzioni (+33.000), nei servizi professionali e aziendali (+76.000), nell’istruzioni e nei servizi sanitari (+62.000). Si sono invece distinte in negativo le aree del manifatturiero (+4.000) e del retail (-12.000) in calo per il terzo mese consecutivo.

L’articolo Usa: lavoro molto meglio del previsto, salari fermi sembra essere il primo su Wall Street Italia.

Potrebbero interessarti anche...